Posts Tagged ‘carife’

Risparmiatori Carife. Vitellio (PD): “Il Governo faccia presto sulle procedure per allargare la platea dei risarcimenti”

mercoledì, aprile 12th, 2017

Il commento del Segretario Provinciale PD sull’interrogazione dei Parlamentari ferraresi.

“Ringrazio i nostri Parlamentari, Bertuzzi, Boldrini e Bratti che si sono attivati, tramite un’interrogazione, per chiedere al Governo un ulteriore passo avanti su quanto ottenuto tramite un’enorme lavoro parlamentare, ovvero allargare la platea dei risarcimenti; impossibile finchè il FIDT non aggiornerà il proprio regolamento, recependo le nuove norme. Ora occorre fare presto e permettere ai risparmiatori di accedere alle procedure per tempo: ci sono in ballo le speranze di tanti ferraresi che attendono una risposta.”

 

Scarica il testo dell’interrogazione.

Ristoro risparmiatori. Vitellio (PD), “Bene emendamenti PD accolti al Senato”

martedì, febbraio 7th, 2017

Il commento del Segretario Provinciale del PD di Ferrara.

“L’approvazione degli emendamenti PD in Commissione Finanze al Senato, è una buonissima notizia, da tempo attesa dai risparmiatori ferraresi. Mentre le altre forze politiche mettono in campo proposte assolutamente demagogiche ed irrealizzabili, il Partito Democratico grazie ad un serio lavoro di squadra dei Parlamentari ferraresi, ha permesso di venire incontro alle esigenze espresse dai cittadini, come la proroga del termine di presentazione della domanda di ristoro al 31 maggio, l’allargamento della platea dei beneficiari al coniuge e ai parenti sino al secondo gradi, l’esclusione dei titoli azzerati dal compito del patrimonio e la gratuità delle richieste di documenti per le procedure alle banche.

Ora, come già detto, non dimentichiamoci degli azionisti e con serietà e concretezza chiederemo all’acquirente della Nuova Carife di mettere in campo tutte le azioni possibili affinché vengano tutelati”

Carife. Vitellio (PD): “Il lavoro di squadra ha portato a risultati importanti per i risparmiatori, ora ulteriori miglioramenti”

domenica, febbraio 5th, 2017

Dichiarazione del Segretario Provinciale del PD di Ferrara

“Apprendo con positività della disponibilità del Governo di allargare ad una platea più ampia di persone, il meccanismo di ristoro per i risparmiatori Carife. Grazie al lavoro di squadra dei parlamentari ferraresi Bertuzzi, Boldrini e Bratti (che ringrazio per l’eccellente lavoro svolto finora) è stato possibile ottenere questo importante risultato. In questa fase è importante proseguire con ulteriori miglioramenti, per tutelare il più possibile i risparmiatori.

Confido inoltre che i nostri parlamentari, sappiano portare all’attenzione del Governo, il problema occupazionale che, con gli esuberi Carife, si va ad aprire: come ho già avuto modo di dire, è importante che le alte professionalità presenti, non vengano perse. La tutela dei lavoratori, di tutti i lavoratori, è un fondamentale ristoro della dignità umana.

Infine, in Comune a Ferrara è nostra intenzione convocare gli acquirenti di Nuova Carife, alla prima commissione consiliare utile, per discutere assieme significativi riconoscimenti per gli azionisti come, ad esempio, il rilascio di warrant.”

DL SALVA RISPARMIO, BERTUZZI, BRATTI E BOLDRINI (PD): “PRESENTATI EMENDAMENTI PER MAGGIORI TUTELE RISPARMIATORI”

martedì, gennaio 24th, 2017

Gli emendamenti presentati al decreto legge Salva risparmio, all’attenzione oggi della Commissione Finanze, hanno lo scopo preciso di migliorare il provvedimento per tutelare maggiormente i risparmiatori azzerati delle quattro banche in liquidazione. Le proposte emendative riguardano, infatti, la modifica dei criteri di accesso al ristoro per gli obbligazionisti, con il conseguente ampliamento della platea dei risparmiatori beneficiari, nonché la percentuale dei rimborsi. Questo presuppone la richiesta di proroga a dicembre 2017 della scadenza per la presentazione delle domande. Tra le proposte, inoltre, la richiesta al Governo di un impegno forte, nei confronti delle banche acquirenti, di moral suasion affinché siano riconosciuti titoli delle nuove banche ai vecchi soci azzerati, nell’ottica di recuperare e costruire un rapporto di fiducia tra vecchi azionisti e nuovi istituti.  Si chiede poi al Governo un impegno forte a costruire, insieme alle Regioni, strumenti idonei per il sostengo economico e sociale delle realtà colpite da questa vicenda: il rapporto virtuoso fra mondo del credito e imprese è infatti la condizione imprescindibile per sviluppo e crescita

Nota su Carife

martedì, settembre 27th, 2016

di Paolo Calvano – Segretario e Consigliere PD Emilia-Romagna e Luigi Vitellio – Segretario Provinciale PD Ferrara

L’ormai imminente proroga dei termini fissati per le proposte di acquisizione delle quattro good bank – Carife compresa – non deve farci abbassare l’attenzione, ognuno per le sue competenze, a far sì che quell’appuntamento possa trovare un acquirente e quindi un nuovo interlocutore con cui confrontarsi.

Ieri i sindacati hanno deciso di dedicare un po’ del proprio tempo per rispondere alle considerazioni espresse da uno dei consulenti della Presidenza del Consiglio ed esprimere le proprie opinioni sulla politica ferrarese.

Le modalità di risposta a Luigi Marattin e i commenti sul PD rappresentano una caduta di stile priva di utilità per i lavoratori e che non appartiene alla storia di quelle sigle sindacali.

Ammettiamo che per favorire una trattativa non semplice ci saremmo aspettati un sindacato unito per aprire le porte ai nuovi possibili acquirenti mettendosi in gioco per primo, considerando oltretutto gli sforzi già fatti dai dipendenti, e chiedendo anche alla politica di fare di tutto per non lasciare indietro nessuno. Su questo avrebbero trovato un PD disponibile e battagliero, cosa che saremo comunque, a prescindere dal volere e dall’atteggiamento delle sigle sindacali. Al gioco del demolirsi a vicenda non ci stiamo perché sarebbe un esercizio muscolare privo di qualsiasi utilità per i lavoratori della banca.

Per questo il PD terrà la linea che in questa terra abbiamo sempre tenuto: non lasciare indietro nessuno. Prima di tutto non lasciare indietro una delle imprese più grandi del territorio e tutti i suoi dipendenti. Una banca che ha avuto molto da Ferrara, raccogliendone i risparmi, ma che ha anche dato molto, almeno fino a quando non ha iniziato a coltivare l’illusione di poter diventare una grande banca, spingendosi in un mercato che non ha saputo affrontare. Ci è finita perché ha fatto male i conti e sbagliato gli investimenti: i livelli di responsabilità saranno altri a definirli, ma certamente una parte di quelle scelte e di quegli investimenti – di cui non hanno la benché minima responsabilità la stragrande maggioranza dei dipendenti – hanno inciso e non poco sul destino di Carife.

Nel mentre in cui siamo tutti impegnati ad allargare il più possibile la platea degli obbligazionisti a cui sarà garantito il ristoro, va aperta una nuova fase. Nicastro e Capitanio hanno scritto che si sono aperte nuove possibilità. Non abbiamo motivo di dubitarne e sappiamo che tutti stanno lavorando in tale direzione, ma certamente ci preme dire loro che, dopo aver ricevuto dalle inevitabili decisioni del governo una banca pulita dalle sofferenze, ora hanno la responsabilità di darle un futuro. Ce l’hanno loro per primi. Speriamo che il sindacato sia in grado di far sentire la sua voce nei loro confronti. Noi lo abbiamo fatto in tutte le sedi e occasioni che abbiamo avuto e continuiamo a farlo a tutti i livelli a partire dal Governo. Ci sono atti, prese di posizione e interventi parlamentari, regionali e comunali messi nero su bianco. Noi ci chiediamo ogni giorno se possiamo fare di più e proviamo a farlo, spero lo facciano anche gli altri interlocutori.

 

Copparo. Finta lettera a nome del PD locale su rimborsi Carife. Tracchi e Vitellio: “scherzi di cattivo gusto”

venerdì, aprile 1st, 2016

  
“Apprendiamo dell’avvenuto recapito a vari esercizi commerciali di lettere che comunicano la possibilità di ottenere il rimborso delle azioni e delle obbligazioni Carife presso il Circolo di Copparo del Partito Democratico e stiamo provvedendo a formalizzare una denuncia verso ignoti presso il Comando dei Carabinieri di Copparo” comunica Simone Tracchi, neosegretario del Circolo Pd, “sono temi sui quali non è ammesso scherzare e speculare e sui quali ci siamo espressi in modo netto all’interno del Consiglio Comunale. Chi ha prodotto e inviato queste lettere si qualifica da solo. Siamo orgogliosi che questo genere di azioni non ci appartengano. Su quel volantino è anche presente una fotografia di iscritti al Circolo: l’immagine di queste persone, cittadini che vivono le difficoltà di tutti ogni giorno, non merita di essere utilizzata per scherzi provocatori e inopportuni”.Non andrebbe mai fatta dell’ironia su di un problema che ha colpito la nostra comunità.

Commenta così il segretario provinciale Luigi Vitellio “Oggi è il primo d’aprile ma non mi fate ridere per niente, perché gli sciacalli sono sciacalli anche oggi”