Posts Tagged ‘palmonari’

Donne e fiere di esserlo

mercoledì, maggio 24th, 2017

Gentile Massimiliano De Giovanni,

siamo donne di sinistra fiere di essere mogli e madri, fiere di lottare da sempre contro qualsiasi discriminazione che impedisce di “riconoscere e garantire i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità” (art. 2 della Costituzione) e per “rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana” (art. 3 della Costituzione).

Anche a Ferrara abbiamo sempre sostenuto e lottato perché i diritti civili trovassero il loro riconoscimento.
Siamo tra quelle persone che hanno ben chiaro che ancora oggi è necessario rendere esigibili, non sono solo i diritti delle persone LGBTQI+, ma quelli di tutte quelle persone che nella propria quotidianità vedono limitate le ambizioni e le possibilità da vari tipi di discriminazione, molte delle quali si esprimono subdolamente nel silenzio e nella sottovalutazione dei più.

Siamo le stesse che, anche per questo, hanno appoggiato e sostenuto le politiche ed azioni concrete dalla Amministrazione Tagliani, e quindi anche dall’Assessora alle Pari Opportunità  Annalisa Felletti.
C’è ancora tanta strada da fare e in noi è ferma la volontà di percorrerla, perché fortemente convinte che vi siano ancora troppi i pregiudizi e stereotipi che ci tengono lontani da una società più giusta ed equa.

Lei ne è altrettanto convinto?
Glielo chiediamo perché, dalle parole che abbiamo letto nel suo comunicato stampa, emergono tanti pregiudizi, i suoi, che la spingono a descrivere una consigliera del PD -prossima assessora alla scuola –  con un’etichetta, una delle tante, con cui si “catalogano” le donne.
Caro De Giovanni, le donne del PD sono da sempre impegnate a garantire la libertà, anche la libertà di ogni donna di descriversi liberamente come meglio crede. E’ forse questa libertà che noi rivendichiamo e promuoviamo a “marcare la distanza politica tra di noi”? O sono proprio le parole “moglie e mamma” che la infastidiscono fuori da un contesto domestico?

Si, c’è una enorme distanza tra chi etichetta le donne a seconda dei contesti, valutando di conseguenza come opportuna o inopportuna l’una o l’altra descrizione di se, e chi come noi crede nella bellezza e unicità dell’essere donne. In qualunque contesto, in qualunque luogo, in qualunque impegno. Noi lasciamo a lei, e a chi la pensa come lei, la valutazione delle persone e del loro impegno amministrativo in base ad un’omologazione fatta di stereotipi e di categorie.  Quell’omologazione che è il contrario di quel coraggio creativo e di quella capacità di scegliere anche la strada più complessa, quando questa è quella giusta, che è prerogativa di chi deve amministrare una città.
Cristina ha scelto, per descriversi, una strada che da sempre è invisa a chi ragiona per categorie e semplificazioni, che è quella dell’autenticità. Siamo certe, perché noi a differenza sua la conosciamo bene, che Cristina Corazzari porterà avanti le numerose sfide che ci aspettano con la stessa autenticità e con lo stesso coraggio creativo.
A Cristina l’in bocca al lupo di tutte noi.

Caterina Palmonari
Coordinatrice Conferenza Provinciale donne PD

Salute donna e Territorio: cosa cambia nella sanità per la donna in Ferrara e Provincia

martedì, marzo 15th, 2016

sanita-italiana-solo-1-donna-su-10-e-dirigente_1078La Coferenza Donne Pd di Ferrara e il Circolo di Cona-Corlo hanno organizzato, un incontro dal titolo “Salute donna e Territorio: cosa cambia nella sanità per la donna in Ferrara e Provincia”

“L’idea è di raccontare e discutere di ciò che in questi mesi sta cambiando nella Sanità del nostro territorio con un’attenzione particolare sulle cose che riguarda la Salute delle donne -commentano gli organizzatori- parleremo del nuovo Screening di prevenzione del tumore del collo dell’utero, del percorso per le donne con rischio eredo-familiare del carcinoma della mammella, delle nuove indicazioni per poter prenotare ecografia mammaria e mammografia, di ciò che avvien nei reparti di Ostetricia e Ginecologia della Provincia”

L’appuntamento è previsto per VENERDI’ 18 Marzo alle 21 presso il Circolo Arci di Cona (Via Comacchio 943) e vedrà gli interventi di Giuliano Guerzoni (Resp. Inc. U.O. di Ginecologia e Ostetricia del Ospedale del Delta), Caterina Palmonari (Dirigente del Centro Screening Oncologici di Ferrara), Angela Gentile (Responsabile Dipartimentale della Senologia dell’Azienda USL di Ferrara) e Giulia Bertelli (Responsabile Provinciale Welfare e Sanità PD)

8 marzo. Palmonari, “piu’ luoghi per l’allattamento”

giovedì, marzo 5th, 2015

di Caterina Palmonari (Coordinatrice Provinciale Conferenza Donne PD)

mimosa3Sto per diventare mamma, e’ questione di giorni, chissà forse di ore. Tra i millle pensieri di questi giorni, tra le ansie, le gioie e le paure, ho cercato di immaginare come cambierà la mia vita, come cambierà la nostra vita.

Non ho potuto evitare di pensare, tra le tante cose, se potro’ passeggiare per il centro storico della città, sulle mura, per il Parco Massari, anche con il mio piccolino.

Così mi sono tornati alla mente tanti discorsi fatti con le mie amiche già mamme, che mi raccontavano di quante volte si sono trovate in giro per la città nell’imbarazzo di non sapere dover allattare il proprio bimbo o la propria bimba. Così come i racconti del disagio di alcuni amici già papà nel trovarsi a cercare un punto per “cambiare in emergenza” il piccolino o la piccolina.

Per questo, a pochi giorni dal momento in cui avrò il mio bambino e a pochi giorni dall’8 Marzo ho deciso di appellarmi, in veste di quasi mamma, di cittadina ferrarese e di Coordinatrice delle Donne Democratiche, alla Giunta Comunale e al Sindaco Tiziano Tagliani.

Vorrei chiedere loro di individuare alcuni luoghi sparsi per la città, nel centro e lungo le mura, per allattare e cambiare i bimbi in tranquillità, affinché le mamme, i papà e i piccolini possano sempre concedersi di passeggiare tranquillamente per la nostra bellissima città.

8 marzo: una giornata dell’orgoglio femminile

venerdì, marzo 7th, 2014

8marzo2014Carissime,

ecco il volantino che abbiamo prodotto la Giornata internazionale della Donna: una “giornata della memoria” per ricordare da un lato le conquiste sociali e politiche ottenute negli anni, e dall’altro le discriminazioni e le violenze che molte donne subiscono ancora oggi in Italia e in varie parti del mondo.

Cogliamo l’occasione di questa giornata per far sentire nuovamente la nostra voce e rendere questo 8 marzo una giornata dell’orgoglio femminile: le donne, per i loro diritti, hanno sempre dovuto lottare, e dobbiamo continuare a farlo anche oggi.

Dobbiamo continuare a lottare per un cambiamento vero, per un’Italia migliore che non sia al 74esimo posto nella classifica che misura il divario di opportunità tra uomini e donne in 134 nazioni e dove il femminicio non sia un’emergenza sociale.

Non è questo il momento per essere stanche!

Buon 8 marzo a tutte.

Caterina Palmonari

Coordinatrice Proviciale Conferenza Donne PD

Caterina Palmonari confermata coordinatrice donne PD

mercoledì, febbraio 26th, 2014

palmonariArriva la riconferma all’unanimità a coordinatrice provinciale della Conferenza delle Donne Democratiche di Ferrara per Caterina Palmonari, coordinatrice uscente.

Scarica il documento politico-programmatico

25 novembre: Giornata Mondiale contro la violenza sulle Donne

sabato, novembre 23rd, 2013

donne_volantinoIn occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle Donne,  abbiamo pensato di ideare un volantino per rappresentare l’adesione delle  Donne Democratiche di Ferrara ad un progetto di installazione collettiva d’arte pubblica nato per sensibilizzare sul tema della violenza sulle donne.

Il volantino infatti si ispira liberamente all’installazione ideata a Zapatos  rojos (scarpe rosse), da un’artista messicana, Elina Chauvet nel 2009,  installazione composta da centinaia di paia di scarpe rosse che formano un percorso che vuole visualizzare “una marcia di donne assenti”.

Questo progetto si è diffuso ormai in tutto il mondo, Italia compresa. In Italia dove viene uccisa una donna ogni due giorni.

Abbiamo scelto questa immagine perché “Prendere in mano quelle scarpe” significa anche prendersi sulle spalle il carico più grande, quello educativo,  ed è questa la battaglia che ora chiediamo al nostro Partito di combattere insieme a noi.

Far camminare la lotta al femminicidio è un obiettivo che deve innanzitutto farsi strada nella coscienza e nell’educazione dei singoli, è un’emergenza  sociale, che va affrontata nella sua dimensione pubblica, e per contrastarla devono impegnarsi tutti: Uomini, Donne, Istituzioni e Stato.

Caterina Palmonari
Coordinatrice Conf. Provinciale Donne Pd Ferrara

Tina Anselmi: una vita a difesa della democrazia

mercoledì, ottobre 16th, 2013
Manifesto 191013Il Gruppo Consiliare PD del Comune di Cento assieme a Unione Comunale e Circolo di Cento organizzano una conferenza in onore di Tina Anselmi, “figura maestosa di politica senza ombre”.
Staffetta partigiana a diciassette anni, fu una dei quattro che trattò con i tedeschi il passaggio dalla guerra all’Armistizio nella zona di Castelfranco Veneto.
La sua carriera politica inizia nel sindacato, prima dei tessili e poi nel Sindacato Maestre. Entra nella Democrazia Cristiana come responsabile dei giovani, ruolo che ricoprirà dal 1958 al 1964. Nel 1968 entra come deputata in Parlamento nel collegio Venezia e Treviso.
Sarà la prima donna a ricoprire la carica di Ministro della Repubblica nel 1976.
Nel 1978 passerà al dicastero della Sanità. Sotto la sua gestione, verranno adottatate la legge del Servizio Sanitario Nazionale e la legge Basaglia, con l’abolizione dei manicomi.
Da sempre attenta ai problemi delle donne, del lavoro e della familgia, si deve a lei la legge sulle “pari opportunità”.
Nel 1981 è chiamata da Nilde Iotti, Presidente della Camera dei Deputati, a guidare la Commissione di inchiesta della loggia massonica “P2”, commissione che svelerà quell’intreccio schifoso fra massoneria, servizi segreti, mafia, militari, mondo degli affari, che stava minando dal “di dentro” i fondamenti democratici dello Stato.
Vive nella sua Castelfranco Veneto, circondata dall’affetto della sua numerosa famiglia.

L’incontro si terrà sabato 19 ottobre 2013 ore 21,00 presso Casa Pannini, Corso Guercino 74 a Cento Fe

Interverranno:
Anna Vinci  –  scrittrice e autrice teatrale. Presenterà il suo libro “La P2 nei diari segreti di Tina Anselmi”, Caterina Palmonari – Coordinatrice provinciale delle donne Democratiche e la Senatrice Maria Teresa Bertuzzi

Sabato 14 luglio aperturà della Festa Nazionale delle Donne Democratiche

venerdì, luglio 13th, 2012

Sabato 14 luglio, alle ore 19:00, si terrà l’apertura della Festa Nazionale delle Donne Democratiche. Saranno presenti: Paolo Calvano (Segretario Provinciale del PD), Caterina Palmonari (Coordinatrice Provinciale della conferenza Donne di Ferrara), Lucia Borganzone (Coordinatrice Regionale della Conferenza Donne dell’Emilia Romagna) e Roberta Agostini (Coordinatrice Nazionale della Conferenza Donne).

Dopo l’inaugurazione, a partire dalle ore 21:00, si terrà l’iniziativa “Donne che non hanno paura”, alla quale parteciperanno Patrizia Moretti, Ilaria Cucchi, Donata Bergamini, Lucia Uva, Domenica Ferulli e la senatrice Teresa Bertuzzi. Coordinerà i lavori Filippo Vendemmiati, giornalista Rai ed autore del film “E’ stato morto un ragazzo”.

Al termine del dibattito, alle ore 23:30, partirà anche il concorso di cortometraggi con la proiezione di “Sine Responso” (Italia, durata 3′) a cui sarà presente la regista Eleonora Sole Travagli. A seguire ci sarà la prima proiezione della rassegna cinematografica, proprio con la visione di “E’ stato morto un ragazzo” (Italia, durata 94’) di Filippo Vendemmiati. Premiato con un David di Donatello, il documentario di Vendemmiati ripercorre il caso dell’uccisione del diciottenne Federico Aldrovandi, avvenuta a Ferrara nel 2005, per cui sono stati condannati quattro agenti.

Il programma completo della Festa è possibile trovarlo qui

Il ben avere e il ben essere: quando il bilancio di genere è specchio del Welfare

martedì, maggio 15th, 2012

“La salute delle donne è il paradigma dello stato di salute dell’intera popolazione”

Con questa dichiarazione l’Organizzazione mondiale della sanità ha lanciato la sua sfida per una rivalutazione complessiva delle politiche sanitarie e sociali in tutte le aree del Pianeta, e ha stabilito che, in medicina, il concetto di equità si associa alla capacità di curare l’individuo in quanto essere specifico e appartenente a un determinato genere: è opinione ormai acquisita che sia proprio la differenza di genere ad identificare esigenze diverse sul fronte delle terapie, oltre a influenzare in modo sensibile l’accesso, la qualità e l’aderenza alle cure stesse.

Questi saranno gli argomenti che saranno affrontati e discussi nell’incontro pubblico che si terrà al locale

Circolo Pd di Cona il 19 maggio 2012 dalle ore 9,00

e che avrà come relatrici:

Cristina Tarabbia medico chirurgo, componente della Commissione Donne Medico dell’Ordine dei Medici di Ferrara che ci spiegherà come la medicina di genere, branca recente delle scienze biomediche, abbia come obiettivo il riconoscere e analizzare le differenze (anatomiche, fisiologiche, psicologiche socio/culturali) derivanti dalle differenze di genere

Teresa Matarazzo, medico chirurgo, Presidente del Comitato Unico di Garanzia (CUG) dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Ferrara,  affronterà il le tematiche relative alla redazione di un bilancio di genere, e soprattutto a quello che è propedeutico alla sua realizzazione, nel contesto di una gestione aziendale sanitaria

Caterina Palmonari biologa e Coordinatrice Provinciale Conferenza delle Donne illustrerà le difficoltà imposte dal perseguire obiettivi di welfare in ottica di genere in un momento di grave criticità economica e come la politica può aiutare la crescita di questo specifico percorso culturale

A Caterina Ferri,  Assessora Provinciale del Lavoro e Pari Opportunità, il compito di illustrare i provvedimenti attuati o in attesa di essere realizzati, rispetto alle politiche sociali e agli indirizzi professionali  contestualizzati nel territorio provinciale

Il coordinamento è a cura di Adelina Ricciardelli medico chirurgo, Responsabile 118, Presidente del Forum Welfare del Partito Democratico e Consigliera Comunale Gruppo PD

 

La manovra di oggi, l’Italia di domani: uscire dalla crisi, il ruolo delle donne tra lavoro e dignità

giovedì, marzo 8th, 2012

Proseguono gli incontri pubblici de “La manovra di oggi, l’Italia di domani”, ciclo di inziative del PD ferrarese, per illustrare la manovra economica del governo Monti e, in questo caso, per capire il ruolo che le donne ricoprono nel mondo del lavoro, all’uscita della crisi.

Il dibattito avverrà sabato 10 marzo alle ore 17:30, presso la sede del Circolo PD di Pontegradella in via Pioppa 176 – Ferrara ed avrà come ospiti Antonella Cagnolati (Università di Foggia), Caterina Ferri (Assessore Provinciale alle Politiche e Servizi per il lavoro e Pari opportunità) e Caterina Palmonari (Coordinatrice Provinciale Conferenza Donne PD Ferrara).

Al termine verrà offerto un aperitivo.