A Ferrara una via per Peppino Impastato

Da giovedì 23 settembre 2010, a Ferrara c’è una via dedicata a Peppino Impastato. La richiesta di intitolare all’eroe antimafia, assassinato selvaggiamente a soli 30 anni, una strada di Ferrara quale “simbolo concreto di volontà condivisa di combattere sempre e comunque tutte le forme di criminalità” è giunta al Comune dal Gruppo Consiliare del Partito Democratico.

Il Capogruppo e Segretario comunale della Città, Simone Merli, così motiva la sua richiesta:

Ferrara è città che ricorda. Ferrara ha giustamente intitolato diverse strade ai propri martiri, a coloro che nel nostro territorio e nel Paese hanno praticato la libertà, la giustizia, l’antifascismo e la legalità.
Ferrara non è quindi strutturalmente racchiusa nelle sue mura, è città e comunità che vuole guardare oltre a sé, arricchendosi riconoscendo coloro che nel Paese hanno svolto o svolgono funzioni determinanti per il miglioramento del proprio tessuto sociale.
Giuseppe Impastato, meglio noto come Peppino (Cinisi 5 gennaio 1948 – Cinisi, 9 maggio 1978) è stato un giovane che ha lottato perché il proprio Paese e la propria comunità, non fossero schiave della mafia, vittime di un sistema criminale organizzato lesivo delle libertà di tutti e di ciascuno.
Per questo motivo, per la voglia di libertà e giustizia, Peppino è stato ucciso dalla mafia il 9 maggio del 1978 a Cinisi, sua città natale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *