IL PD FERRARA COSTRUISCE SPAZI DI PARTECIPAZIONE PER L’AGENDA AMBIENTALE

Ad iscritti ed elettori PD Unione Comunale di Ferrara

La vicenda dell’aumento dei conferimenti per altre 12.000 tonnellate di rifiuti destinati all’incenerimento si arricchisce di una nuova pagina che contribuisce a smascherare l’attuale Giunta e la sua incapacità di gestire con la massima trasparenza una questione che ha a che fare con la sicurezza e la salute dei Cittadini.

Non sono bastati i silenzi e i depistaggi della prima ora tra pareri favorevoli dati in Conferenza dei Servizi e pareri contrari espressi in sede politica (di nessun rilievo sostanziale) che ora si profila l’ultimo inganno: quello del presunto ricorso al Capo dello Stato per bloccare un’autorizzazione peraltro già data.

L’Assessore Balboni continua nel suo tentativo di coinvolgimento delle Associazioni Ambientaliste raggruppate nella Rete di Giustizia Climatica per rattoppare il clamoroso errore politico della primavera scorsa dopo che la scoperta dell’avvenuta autorizzazione ha scatenato l’ira della Cittadinanza.

Il tentativo di porre rimedio alla pessima figura rimediata in questa vicenda lo ha indotto ad accettare di valutare l’ipotesi di affidamento in house del servizio di raccolta RSU con un porta a porta spinto per la raccolta dei RSU.

E’ tempo per l’ambizioso Assessore di gettare la maschera dell’ecologismo di maniera e di mettere in chiaro quali sono i progetti di lungo periodo in grado di contrastare seriamente i cambiamenti climatici.

Questa Amministrazione anche da questa vicenda, dopo aver sfruttato la progettualità delle precedenti Giunte, mostra chiari segnali di incapacità nel disegnare una prospettiva nuova e all’altezza delle emergenze che stiamo vivendo.

Le emergenze climatiche globali hanno bisogno anche a livello locale di una capacità di visione dei problemi e delle relative soluzioni molto ambiziose e soprattutto organiche, non approssimate o parziali come i tentativi di piantumare alcuni alberi (salvo dimenticarsi di innaffiarli adeguatamente) e vendere il tutto come “forestazione”.

Il PD di Ferrara apre spazi di coinvolgimento a tutti coloro i quali hanno desiderio di cambiare aria, linguaggio, metodo, costruendo INSIEME l’Agenda per il Presente e per il Futuro di FERRARA.

 

Giorgio Scalabrino Sasso
Referente Ambiente
Segreteria Comunale PD Ferrara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *