Immigrazione, Bertelli: “un fenomeno strutturale che non puo’ essere arrestato”

di Giulia Bertelli (Responsabile Welfare e Immigrazione Segreteria Provinciale PD Ferrara)

incendio-cie-lampedusa-638x425Il gesto dell’Onorevole Khalid Chaouki si aggiunge alle diverse proteste che oggi e negli anni precedenti hanno messo in evidenza uno degli aspetti forse più drammatici dell’attuale gestione del fenomeno migratorio. E’ nostro dovere raccogliere la denuncia proveniente dagli uomini e dalle donne attualmente chiusi nei Centri di Identificazione ed Espulsione e intervenire sulla situazione.

La condizione di vita di chi arriva nel nostro Paese per fuggire da una guerra o per sperare in un futuro migliore è un tema che non viene percepito come prioritario in questo momento di crisi, ma che in realtà è molto più vicino a noi di quel che sembra; si tratta di una questione

della quale l’opinione pubblica si occupa principalmente quando i fatti di cronaca ce ne presentano i risvolti peggiori.

Il Partito Democratico di Ferrara raccoglie la coraggiosa azione dell’On. Chaouki  e di tutti gli uomini e le donne che hanno segnalato con tanta forza l’importanza di cambiare l’attuale situazione.

E’ fondamentale, innanzi tutto, sottolineare che l’immigrazione è un fenomeno strutturale, che non può essere arrestato, ma può invece essere governato; serve molta più informazione sulla condizione delle persone che provengono da altri paesi e che vivono insieme a noi.

Ogni persona deve essere messa nelle condizioni di poter dare il meglio di se, per il bene del soggetto interessato e per la comunità nella quale vive e alla quale contribuisce.
Le azioni politiche necessarie sulle quali sarà necessario lavorare nei prossimi mesi sono: un intervento immediato su tutte le situazioni di violazione dei diritti umani, la revisione totale della Legge Bossi-Fini in linea con un piano per l’immigrazione studiato a livello Europeo e il conferimento della cittadinanza per i bambini nati in Italia da genitori regolari (introduzione dello Ius soli).

Un cambiamento radicale della situazione necessita tempo, ma necessità soprattutto delle volontà di intervenire su un tema tanto complesso e variegato come quello dei flussi migratori.
Serve insomma, più di ogni altra cosa, l’impegno di ognuno di noi affinchè non si rimanga indifferenti alle situazioni di sofferenza che ci circondano.

Il Partito Democratico non si sottrarrà a questo impegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *