Paolo Calvano candidato unico alla Segreteria provinciale

22369_282088203738_768248738_3303630_4409327_nPaolo Calvano, allo scadere del termine di presentazione delle candidature alla Segreteria provinciale del PD di Ferrara -mercoledì 12 maggio 2010, alle ore 18.00- è risultato essere l’unico candidato. La Commissione provinciale per il congresso ha ammesso la sua candidatura depositata con il numero di 99 sostenitori membri dell’Assemblea provinciale in carica e di 294 sostenitori iscritti al PD.

La ricandidatura del Segretario uscente è accompagnata dal documento “Il coraggio di innovare”contenente le linee politico-programmatiche della proposta di Calvano.

In base al percorso congressuale delineato dal Regolamento approvato dalla Direzione provinciale, il 12 giugno si riunirà per la proclamazione del Segretario provinciale l’Assemblea provinciale eletta dai Circoli nel periodo 4-5-6 giugno. A sostegno di Paolo Calvano sarà presentata una sola lista di candidati a componenti dell’Assemblea provinciale, alternati per genere. Per sapere quanti delegati all’Assemblea provinciale spettano ad ogni Circolo clicca qui.

2 Comments on “Paolo Calvano candidato unico alla Segreteria provinciale”

  1. Non posso credere a quello che stò leggendo…. probabilmente mi censurerete come siete soliti fare con i commenti a voi non graditi, in pieno vostro spirito democratico, ma non posso astenermi dall’essere esterefatto da questa notizia. Ma è mai possibile che non ci sia nessuno che possa candidarsi in contrapposizione a calvano? Non siete nemmeno capaci di fare finta?!
    Ah! è vero ….. probabilmente il paolo avrebbe perso anche contro un bambino di 10 anni, quindi per garantirgli la poltrona è meglio che non concorra nessuno, così è sicuro di mantenere il suo posto e non deve cercare qualcuno che gli dia uno straccio di stipendio.

    Dopo questa straccio la tesseraaaaaaaa!!!!!!!!!
    Buffoni!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. Caro Ernesto10@katamail.com, mi preme innanzitutto sottolineare che per quanto riguarda candidature alternative a quella del sottoscritto era possibile anche da parte tua, in quanto titolare di una tessera, candidarti secondo regole rese pubbliche già da tempo sugli organi di informazione e nel nostro sito. Per quanto riguarda invece il mio presunto attaccamento alla poltrona, mi preme sottolineare che negli incarichi pubblici o di partito fin qui ricoperti, sono stato sempre democraticamente eletto confrontandomi sempre con altri candidati. Anzi, nel caso in cui ti fosse sfuggito, quando l’ultima volta mi candidai alla carica di Segretario, essendo ancora sindaco, dichiarai pubblicamente che, in caso di sconfitta nella corsa alla Segreteria, non mi sarei nemmeno ricandidato a sindaco. Tutto ciò per dovere di chiarezza, al fine di correggere le inesattezze da te rese pubbliche. A disposizione. Paolo Calvano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *