Tina Anselmi: una vita a difesa della democrazia

Manifesto 191013Il Gruppo Consiliare PD del Comune di Cento assieme a Unione Comunale e Circolo di Cento organizzano una conferenza in onore di Tina Anselmi, “figura maestosa di politica senza ombre”.
Staffetta partigiana a diciassette anni, fu una dei quattro che trattò con i tedeschi il passaggio dalla guerra all’Armistizio nella zona di Castelfranco Veneto.
La sua carriera politica inizia nel sindacato, prima dei tessili e poi nel Sindacato Maestre. Entra nella Democrazia Cristiana come responsabile dei giovani, ruolo che ricoprirà dal 1958 al 1964. Nel 1968 entra come deputata in Parlamento nel collegio Venezia e Treviso.
Sarà la prima donna a ricoprire la carica di Ministro della Repubblica nel 1976.
Nel 1978 passerà al dicastero della Sanità. Sotto la sua gestione, verranno adottatate la legge del Servizio Sanitario Nazionale e la legge Basaglia, con l’abolizione dei manicomi.
Da sempre attenta ai problemi delle donne, del lavoro e della familgia, si deve a lei la legge sulle “pari opportunità”.
Nel 1981 è chiamata da Nilde Iotti, Presidente della Camera dei Deputati, a guidare la Commissione di inchiesta della loggia massonica “P2”, commissione che svelerà quell’intreccio schifoso fra massoneria, servizi segreti, mafia, militari, mondo degli affari, che stava minando dal “di dentro” i fondamenti democratici dello Stato.
Vive nella sua Castelfranco Veneto, circondata dall’affetto della sua numerosa famiglia.

L’incontro si terrà sabato 19 ottobre 2013 ore 21,00 presso Casa Pannini, Corso Guercino 74 a Cento Fe

Interverranno:
Anna Vinci  –  scrittrice e autrice teatrale. Presenterà il suo libro “La P2 nei diari segreti di Tina Anselmi”, Caterina Palmonari – Coordinatrice provinciale delle donne Democratiche e la Senatrice Maria Teresa Bertuzzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *