Tragedia Lampedusa, Calvano e Merli: “nuovi strumenti di sorveglianza e asilo”

IMMIGRAZIONE: A LAMPEDUSA IN NOTTATA ALTRI 310 CLANDESTINIIl PD di Ferrara si unisce alle molti voci che, in queste ore, stanno esprimendo il dolore e lo sconforto per la tragedia di Lampedusa.

Come ha detto Guglielmo Epifani, questa drammatica vicenda scuote le nostre coscienze fin nel profondo.

Il cordoglio, però, non basta. Dobbiamo tutti impegnarci, non solo a parole, affinchè simili episodi non si verifichino più. Sono necessarie risorse per poter gestire, nel rispetto del diritto internazionale, la situazione che le tensioni e i conflitti di tutta l’area del Mediterraneo stanno generando. Serve un maggior protagonismo politico dell’UE, che deve assumere risolute iniziative per dare inizio a percorsi di mediazione politica in quell’area, e che deve intervenire compatta per gestire l’emergenza umanitaria. L’intera Europa deve farsi carico di risposte concrete, dotandosi di nuovi e più efficaci strumenti di sorveglianza e di asilo. L’Italia non può essere lasciata sola. Nostro, però, il dovere ormai improrogabile di modificare le leggi, a partire dalla Bossi-Fini, il cui impianto non ha fornito risposte adeguate, aumentando i problemi invece di risolverli.

Nelle ultime settimane sono state davvero tantissime le persone in fuga da guerra, ingiustizia e povertà, che hanno trovato la morte nel nostro mare. A loro e alle vittime della tragedia di oggi a Lampedusa rivolgiamo il nostro commosso saluto. Nel farlo, desideriamo anche ringraziare i cittadini e le Forze dell’Ordine che stanno operando con abnegazione ed encomiabile spirito di solidarietà.

Paolo Calvano – Segretario Provinciale PD Ferrara
Simone Merli – Segretario Unione Comunale PD Ferrara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *